il frutto permesso Quando si dice un nome che è un’intuizione geniale! Un nome bello ma anche impegnativo, che lascia immaginare eccelse prelibatezze e paradisiache degustazioni. Stando con i piedi per terra, seguite il nostro consiglio, programmate una gita a Bibiana, in provincia di Torino. Entrando nel ristorante dell’agriturismo, troverete una cucina bio, che non esce mai dai terreni dell’azienda, lenta prima che ci fosse una moda slow, locale prima che si riscoprisse il km 0. I prodotti della Cooperativa Agricola rispecchiano pienamente la filosofia del ristorante, e non potrebbe essere altrimenti. La cooperativa è composta da 15 aziende agricole, dalle terre di pianura fin quasi ai duemila metri dell’alta Val Pellice. Per ogni prodotto sempre le stesse mani, dalla terra alla tavola, in un articolato, unico, grande ciclo chiuso all’insegna della biodiversità. In Cooperativa, oltre alle varietà tradizionali ed alle nuove cultivar resistenti ai parassiti, si coltivano le antiche mele e pere piemontesi, presidio SlowFood, i vecchi mais da polenta come il Pignulet e l’Ottofile. E si allevano le razze bovine ed ovine autoctone. Per tutti questi motivi ci siamo dati il permesso di godere dei frutti del lavoro di questa Cooperativa.

I PRODOTTI DI "il frutto permesso"